Post thumbnail

EIC CSGO: Team Forge e Mkers marziani a Milano

POSTED BY mkers June 10, 2018

Sono i Forge i vincitori dell’EIC 2018 di CS:GO: una finale mozzafiato contro i Mkers consegna uno spettacolo di altissimo livello.

L’ESL Italia Championship è uno di quegli eventi che, almeno un paio di volte l’anno, ti ricordano che gli eSport in Italia sono un fenomeno di massa capace di coinvolgere centinaia di persone tra spettatori e addetti ai lavori che non fanno altro che arricchire un panorama variegato ma che si unisce autonomamente quando si tratta di essere parte integrante di questi grandi eventi dal vivo.

Oggettivamente parlando l’ESL Italia Championship, per quanto riguarda Counter Strike: Global Offensive (ma non solo, ndr.) è riuscita a portare nuovamente su di un palco un titolo che meriterebbe sempre questi stessi spazi, che meriterebbe maggiore considerazione a livello nazionale e che negli ultimi anni, attraverso diversi progetti importanti che hanno messo al centro dell’attenzione la community e le sue strutture è arrivato ad essere un punto cardine del movimento esportivo azzurro.

Il Vodafone Theatre che ha ospitato l’evento è, al netto di tutto, una delle più belle location degli ultimi anni e Counter Strike: Global Offensive non ha fatto altro che rispolverare il proprio abito per le serate di gala ed è tornato in pista con la stessa energia e dinamicità di un tempo. Alla fase finale, per quanto riguarda l’aspetto tecnico, sono arrivate le quattro squadre (Team Forge, Outplayed, Mkers e Samsung Morning Stars) più forti dell’intero movimento italiano di CS:GO capaci di dominare la fase a gironi non lasciando alcuno spazio alle altre formazioni (Hell Gaming, Dragon Power Zettai, Gamezone.cs e Powned) che hanno timidamente provato a dire la loro ma che si sono accontentate della retrocessione o del mantenimento della propria serie.

In realtà quello che è accaduto dal vivo ha evidenziato una frattura, anche piuttosto netta, tra le due squadre (Team Forge e Mkers) che erano riuscite a chiudere in testa al girone e le altre due (Samsung Morning Stars e Outplayed) che si erano invece “accontentate” del terzo e quarto posto. Le prime che hanno letteralmente dominato le velleità delle seconde riuscendo a conquistare una finale che con il senno di poi sembrava essere già scritta.

« 1 of 2 »

Fonte: CorrieredelloSport.it