Post thumbnail

Il prossimo 6 maggio 2017 è una data da cerchiare in rosso, sul calendario del panorama calcistico legato agli eSports. Sbarca in Europa il “Fifa Ultimate Championship, ovvero le fasi “regionali” del campionato del mondo della FIFA interactive World Cup, la coppa del mondo del più popolare videogame calcistico, FIFA17.

Dopo la tappa di Miami, i riflettori si accendono sul Vecchio continente per ospitare i campioni che si confronteranno nell’arena di Madrid (le qualificazioni al torneo sono avvenute online, con più di 6 milioni di partecipanti) in partite uno-contro-uno da far tremare i polsi, per l’importanza dei match e soprattutto per i premi in palio e l’attenzione mediatica sull’evento.

Partiamo dal montepremi che è di tutto rispetto. I vincitori del FUT di Madrid, si porteranno a casa rispettivamente 20 mila dollari per la divisione PlayStation e altrettanti per la divisione Xbox. Dodicimila dollari andranno ai secondi classificati, seimila ai terzi, fino ad arrivare agli ultimi piazzati che si porteranno a casa “appena” duemila dollari. I vincitori, passeranno al secondo turno della tappa europea ed è lì che i montepremi diventano veramente da capogiro perché a Berlino, il campione che alzerà il trofeo dovrà sostenere il peso di un assegno da 160 mila dollari! Per fare un paragone con uno sport tra i più ricchi, un buon montepremi di un torneo di tennis ATP 250, mette in palio circa 80 mila dollari per il vincitore oppure, ad esempio, chi vince il giro d’Italia di ciclismo incassa un assegno da poco più di 100 mila euro.

In tutto questo, l’Italia non sta di certo a guardare e punta dritto verso la conquista del titolo, schierando un solo player tricolore ma di fama internazionale, quel Daniele Paolucci del “Team Mkers” che nel panorama FIFA è conosciuto con il nickname di DiviApache mentre per tutti i suoi 40 mila fan tra Facebook e YouTube è semplicemente Prinsipe. Paolucci si è qualificato a questa manifestazione, vincendo 118 delle 120 partite di qualificazione, arrivando ad il numero uno al mondo del ranking FUT nel mese di Gennaio 2017.

Veniamo ora all’attenzione mediatica sull’evento che è un po’ il termometro del panorama eSports internazionale e soprattutto fa capire quanto questo mercato è in rapida e forte espansione. A Febbraio, l’emittente UK Fox Sports ha annunciato di aver comprato i diritti tv di tutti i match in diretta dell’Ultimate Championship Series, che comprende la tappa nord americana di Vancouver, quella asiatica di Singapore e appunto le tappe europee di Madrid e Berlino, tutte da gustare in tv.

Un vero e proprio show business è quello che si sta delineando sul mercato dei videogiochi competitivi, al pari di un campionato di calcio e per certi versi di maggiore appeal per quello che riguarda le sponsorizzazioni e gli investimenti, poiché il target di riferimento è sicuramente più ricettivo, attento e pronto ad accogliere le novità.

Gli eSports sono ormai una realtà che non si può più “nascondere”, i numeri sono importanti e lo star system è pronto ad esplodere. Un’opportunità si è trasformata in mercato e non c’è più bisogno di avere una visione, basta guardare.

Fonte: www.SportEconomy.it